pasticceria pozzi bormio

Manzole di Carnevale: storia e segreti del dolce tipico di febbraio

Febbraio è arrivato e con lui il Carnevale, che porta con sé una lunga tradizione ricca di segreti e piccole chicche. La prima cosa che ti salta in mente – ci scommettiamo – sono le chiacchiere, che qui a Bormio chiamiamo manzole di Carnevale! Oggi ti vogliamo proprio parlare di questo dolce tanto sfizioso e leggero, capace di conquistare grandi e piccini (nella variante della nostra Bormio e della nostra ricetta di famiglia)!

 

La storia delle manzole

 

Secondo gli storici, la nascita delle chiacchiere o manzole risale all’epoca romana, quando era usanza preparare dei dolcetti chiamati frictilia.

 

Erano a base di farina e uova e venivano fritti nel grasso di maiale. La preparazione odierna è mooolto più leggera: le nostre manzole rimangono nell’olio di oliva per pochissimi secondi ?

 

Ma torniamo alle frictilia: queste venivano preparate in grandi quantità per festeggiare i saturnali, ossia l’equivalente dell’odierno Carnevale. La festa celebrava la rottura dell’ordine costituito ed era per questo molto sentita e in un certo senso chiassosa e variopinta.

 

Secondo la tradizione, le frictilia venivano distribuite alla folla che in massa si riversava per le strade e, poiché erano facili da preparare, potevano essere cotti in grandi quantità e in tempo breve. Questa tradizione della Roma antica è sopravvissuta fino ai nostri giorni, con alcune differenze:

 

  • la prima è la cottura. Oggi le chiacchiere sono molto leggere e le nostre in particolar modo! Per due motivi: le passiamo 6 volte nella sfogliatrice e nell’olio rimangono solo pochi secondi…
  • La seconda è dovuta alle diverse varianti regionali introdotte nel corso della storia: anche se di chiacchiere si parla tranquillamente in tutta Italia, è pur vero che assumono diversi nomi a seconda delle regioni in cui ci si trova. In Veneto, Friuli e Trentino trovi i cróstoli, in Toscana i cenci,  in Sardegna le maraviglias e a Bormio le manzole! ❤️

 

Ma ora passiamo ai segreti delle nostre manzole.

 

I segreti delle nostre manzole di Carnevale

 

Ce lo chiedono tutti i nostri clienti e noi siamo sempre molto felici di raccontare loro che:

 

  • la ricetta originale delle manzole appartiene alla nostra famiglia da ormai due generazioni e noi la riproduciamo fedelmente ogni annoPerché è unica nel suo genere? Perché si sofferma sul riposo dell’impasto, sulla qualità delle materie prime scelte e…anche sull’amore che ci mettiamo nel prepararle ✨
  •  

    e poi è anche questione di preparazione: come ti raccontavamo nella prima parte dell’articolo, noi abbiamo scelto di dar vita a dei dolcetti super sottili e super leggeri ?

 

Hai già assaggiato le nostre manzole? Qualsiasi sia la risposta, nel frattempo ti mostriamo Massimo all’opera!

Condividi: